scaffale

Nuccio Franco, IL MIO NOME È JAMAL – DALLA JIHAD ALLA REDENZIONE, Edizioni 2000diciassette

Di Nuccio Franco | 20.11.2019


La recrudescenza del terrorismo targato Isis ha riaffermato l’effetto psicosi nella popolazione che ormai tende a mettere sullo stesso piano jihadisti e musulmani in un parallelo assolutamente errato dove si mescolano diffidenza e rancore.

Ma cos’è la Jihad, chi sono costoro che radicalmente indifferenti alla dottrina spirituale autentica e simbolica del Testo Sacro combattono l’Occidente secondo interpretazioni quantomeno parziali del Corano?

È possibile una conversione verso una più attenta, autentica ed attuale lettura del Testo Sacro come accade a Jamal, il protagonista del libro?

Nuccio Franco affronta questo ed altri temi, cercando di dimostrare, appunto, che nulla è scontato e che un riscatto è possibile.

Ciò attraverso un percorso di autodeterminazione e libero arbitrio che riconosca i valori autentici dell’Islam tra cui pace e tolleranza ma anche attraverso un semplice episodio, l’incontro con una persona che cambia la prospettiva di una vita basata su falsi schemi e convinzioni.

Jamal, infatti, spende la propria giovinezza appoggiando una cultura dell’odio e dell’intolleranza. Tuttavia, le vicende di cui si rende protagonista e i travagli della sua coscienza, lo inducono verso la ricerca di una religiosità più umana.

Dal Libano alla Francia, Jamal sperimenta sulla propria pelle le contraddizioni di una élite che, al fine di perseguire i propri interessi, spinge giovani mussulmani come lui a uccidere nel nome di Allah.

Attraverso la letteratura di Nuccio Franco si auspica il ritorno all’ideologia autentica, la ricerca d’identità, lo spazio pubblico delle religioni, le forme di disagio e le rivolte giovanili, la risposta delle istituzioni e della politica, la xenofobia, le nuove forme di organizzazione socio-religiosa dell’Islam.

Jamal è tutti noi, con le nostre manchevolezze, dubbi, ossessioni e convinzioni errate. Ma come per Jamal, l’essenziale è prenderne atto, fare ammenda ed intraprendere la strada che conduce alla salvezza.

L’autore

Nuccio Franco, laureato in Giurisprudenza. Scrittore e giornalista freelance, specializzato in Storia e Diritto islamico. Da anni si occupa delle problematiche concernenti il mondo dell’Islam, della geopolitica inerente l’area mediorientale e dei problemi di integrazione ed inclusione sociali.

Vincitore, tra gli altri, della sezione narrativa inedita del Premio letterario “Firenze per le culture di Pace 2010” dedicato a Tiziano Terzani, nel 2011 ha pubblicato il suo primo romanzo per GDS Nevè Shalom – Wahat al Salam. Un’oasi di pace.

Ha pubblicato, inoltre, Salam Islam, viaggio all’interno della comunità musulmana, GDS Edizioni (maggio 2013), Il Sogno di Safiyya, Arkadia Editore (Settembre 2013), Freelance, Arkadia Editore (Aprile 2016).

Nessun commento