Eventi

"IL RAGAZZO DEL CENTURIONE. ORIENTAMENTI SESSUALI E FEDE CRISTIANA"

Di Redazione | 01.12.2021


Roma, venerdì 3 dicembre, ore 19,30, presso il Circolo ARCI "Arcobaleno" di Via G. Pullino, 1

Presentazione del volume del neo-vescovo della Chiesa Protestante Unita Andrea Panerini "Il ragazzo del centurione. Orientamenti sessuali e fede cristiana" (Palermo, La Zisa, 2021). L'evento è organizzato dalla Chiesa Protestente Unita "Kairos" di Roma e Terni, dal Circolo ARCI "Arcobaleno di Roma e dal Di' Gay Project. Il vescovo Panerini è recentemente assurto alle cronache nazionale come primo vescovo dichiaratamente gay in Italia nelle varie Chiese cristiane.

Andrea Panerini, “Il ragazzo del centurione. Orientamenti sessAndrea Panerini, “Il ragazzo del centurione. Orientamenti sessuali e fede cristiana”, Presentazione di Giampaolo Pancetti, Prefazione di don Paolo Zambaldi, Edizioni La Zisa, pp. 106, euro 11,90

In questa opera, l’autore passa in rassegna, partendo dall’analisi delle Sacre Scritture, il significato di alcune parole che, soprattutto nella società dei nostri giorni, sono diventate di fondamentale importanza. Quello che si vuole dimostrare, non solo attraverso un proprio pensiero, ma anche tramite l’analisi concreta di alcuni passi biblici, è che l’omosessualità non è un peccato, non è una malattia, non è contro le leggi di Dio. Quello che viene affermato dalle Chiese dunque diviene un modo sterile di dettare regole, di leggere in chiave arcaica e soprattutto semplicistica e di parte alcuni brani che, come sottolinea lo stesso autore, vanno letti e interpretati senza poter prescindere dall’epoca storica in cui sono stati scritti.

L’apertura che oggi si vede nei confronti dei diritti delle persone che appartengono all’universo LGBTQ+ a volte diventa solo appannaggio di scontri politici ma, in realtà, pochi passi avanti sono stati fatti verso la realizzazione di una comunità che abbia come solida base l’eguaglianza di tutti coloro che ne fanno parte e la tolleranza dell’altro e del “diverso”.

ANDREA PANERINI (Piombino 1983) è pastore, scrittore e storico. Laureato in Storia all’Università di Firenze e in Teologia presso la Facoltà Valdese di Teologia di Roma, è Decano nazionale della Chiesa Protestante Unita, denominazione luterana di lingua italiana e ne è pastore a Firenze, Roma e Terni. Considerato come il maggior esperto italiano della religiosità di Giuseppe Mazzini, ha pubblicato numerosi testi di poesia e di sag­gistica tra i quali segnaliamo a curatela del volume di Giuseppe Mazzini Dal concilio a Dio e altri scritti religiosi (Claudiana, Torino 2011), Mazzini e La­mennaisLa Spiritualità del Progresso (La Bancarella, Piombino 2016), Elementi così sospetti e poco desiderabili (La Bancarella, Piombino 2012), Italia, paese cristiano? (La Bancarella, Piombino 2012) e Semper Reformanda. Per un (nuovo?) protestantesimo (La Bancarella, Piombino 2016). Ha anche curato il classico manuale di omiletica di Bruno Rostagno Predicare. La fede nasce dall’ascolto (La Bancarella, Piombino 2013) e scritto un saggio su Il Dio di Mazzini nell’antologia di saggi Mazzini. Vita, avventure e pensiero di un italiano europeo (Silvana editrice, Milano 2013) a fianco di studiosi di livello nazionale ed internazionale quali Giuseppe Monsagrati, Roland Sarti e Anna Villari. È docente di Storia del cristianesimo e Teologia pastorale presso l’Istituto Teologico Protestante Martin Lutero. Per l’editrice La Zisa collabora da alcuni anni con prefazioni e curatele ed è a capo del Comitato editoriale della collana “I libri del Buon Pastore”.

 

La presente vale come invito.

 

Nessun commento