eventi

TRIESTE MULTIETNICA E PLURALE SI RITROVA IN PIAZZA INSIEME PER LA PACE – SKUPAJ ZA MIR

Di Redazione | 14.09.2018


Trieste, martedì 18 settembre 2018, in piazza Unità dei popoli (già Piazza Grande, davanti al Municipio)

“Riflettiamo sull’importanza della memoria storica nel collegare le leggi razziali annunciate a Trieste il 18 settembre 1938 con le problematiche della diffusione del razzismo e dell’antisemitismo presenti nel nostro tempo in varie parti del mondo.”

Il Comitato Pace Convivenza solidarietà Danilo Dolci invita quanti desiderano collaborare, cittadini ed associazioni, ad una terza riunione informativa ed organizzativa che si svolgerà oggi mercoledì 12 settembre alle ore 17 e 30 accanto alla targa delle leggi razziali anti ebraiche oppure sotto il porticato del Comune  in piazza Unità.

Alla riunione verranno anche annunciate le varie iniziative in programma per il 15, 16 e in particolare quelle del 18 settembre in piazza Unità in occasione dei 80 anni dall'annuncio delle leggi razziali fatte da Benito Mussolini.

No al Razzismo - No al fascismo- No alle Guerre - No al Terrorismo – No alle Mafie

Giornata di fratellanza, convivenza e solidarietà tra i popoli

OTTAVA edizione

• Ore 12.00 - Ritrovo accanto alla targa che ricorda quel nefasto evento.

Da quest'ora e per tutta la durata dell'evento sarà possibile mettere un fiore accanto alla targa e firmare per sostenere la formalizzazione della Rete di coordinamento di "Trieste antirazzista e antifascista".

Seguiranno testimonianze, letture, poesie e canzoni per la pace anche sulle tracce dello storico giornale Edinost, ora rifondato.

• Ore 18:00 – momento di riflessione sulle leggi razziali antiebraiche annunciate a Trieste da Benito Mussolini il 18 settembre 1938 in piazza Unità, UNA DELLE DATE DA NON DIMENTICARE - DATUM, KI GA NE SMEMO POZABITI

• Minuto di silenzio, suono della tromba fuori ordinanza

• Proiezione discorso di Benito Mussolini del 1938

• Accensione candele in memoria di tutte le vittime

• Festa popolare e musiche etniche in piazza

Chiederemo inoltre la collocazione in zona di una targa plurilingue che ricordi oltre alle persecuzioni antiebraiche anche quelle razziali, etniche, religiose, politiche, dei disabili psico-fisici e di persone con diverso orientamento sessuale, ed altri.

>>>>>> IN CASO DI MALTEMPO L’INIZIATIVA SI SVOLGERÀ SOTTO LA LOGGIA DEL MUNICIPIO <<<<<<

 

Nessun commento