Carta d’identità sanitaria, rivoluzione nella sanità: cos’è e cosa cambia per chi viaggia

Rivoluzione nel mondo della sanità europea. Infatti è in arrivo la Carta d’identità sanitaria: cos’è e quale sarà il suo funzionamento. 

Il Parlamento Europeo lo scorso 24 aprile ha approvato una vera e propria rivoluzione. Con 445 voti in favore, 142 contrari e 39 astensioni è passato il testo del Regolamento sullo spazio europeo dei dati sanitari. Questo va ad inserirsi in un quadro più ampio della strategia definita dalle istituzioni europee per creare un mercato di dati unico.

Carta identità sanitaria rivoluzione cosa cambia
Arriva la grande rivoluzione con la carta d’identità sanitaria – Italialaica.it

Dopo l’approvazione la palla è passata al Consiglio, che dovrà quindi definire il tutto prima della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’UE. L’entrata in vigore del regolamento sarà progressivo e per la sua attuazione ci vorranno diversi anni.

Sono diversi i cambiamenti in arrivo per l’Italia. Si avrà un vero e proprio miglioramento, visto che come tutti sanno l’Italia è ancora indietro per quanto riguarda la digitalizzazione, specie in ambito ospedaliero. Scopriamo quali sono le novità previste dalla nuova Carta d’identità sanitaria dell’Ue.

Carta d’Identità sanitaria, arriva l’approvazione dell’Ue: tanti benefici, anche per chi viaggia

L’arrivo della Carta d’identità sanitaria europea segna una svolta significativa nel campo della salute e dei viaggi per i cittadini europei. Questa innovazione mira a ottimizzare l’utilizzo dei dati sanitari per la ricerca, l’innovazione e le decisioni cliniche, oltre a garantire ai cittadini un maggiore controllo sulla gestione e sull’accesso ai propri dati. Grazie alla sua introduzione, tutti i cittadini potranno accedere ai propri dati sanitari semplicemente attraverso la piattaforma MyHealth@EU, senza alcun costo aggiuntivo.

Carta identità sanitaria benefici viaggio
La Carta d’Identità sanitaria europea cambia tutto per chi viaggia – Italialaica.it

La vera rivoluzione di questa iniziativa risiede nella possibilità di condividere i propri dati sanitari online con gli operatori sanitari, sia nel proprio Paese che all’estero. Questo significa che i cittadini europei potranno usufruire dell’assistenza sanitaria quando viaggiano all’estero nello stesso modo in cui accade nel loro paese di residenza.

Basterà presentare la propria carta d’identità sanitaria per accedere alle cure mediche necessarie, sia presso le cliniche che presso le farmacie. Questa nuova carta d’identità sanitaria non solo semplificherà i processi burocratici per i pazienti, ma faciliterà anche la comunicazione e lo scambio di informazioni tra i professionisti della salute.

Inoltre contribuirà a garantire un’assistenza sanitaria più efficiente e tempestiva per i cittadini europei, ovunque essi si trovino nel territorio dell’Unione Europea. L’introduzione della carta d’identità sanitaria europea rappresenta quindi un passo significativo verso un sistema sanitario più moderno, digitale ed integrato.

Impostazioni privacy