Selvaggia Lucarelli, brutto colpo per la giornalista: c’entrano i Ferragnez

Selvaggia Lucarelli attaccata per il libro sui Ferragnez: il suo durissimo sfogo dopo un articolo su Vanity Fair.

Più di qualunque altro giornalista, Selvaggia Lucarelli ha legato a filo doppio il suo lavoro all’epopea dei Ferragnez. Selvaggia infatti è sempre stata molto critica nei confronti di Chiara Ferragni e Fedez, i quali secondo il suo punto di vista sarebbero molto diversi da come vogliono apparire.

selvaggia lucarelli brutto colpo ferragnez
Selvaggia Lucarelli, brutto colpo per la giornalista – Fonte IG @selvaggialucarelli – italialaica.it

È stata proprio la Lucarelli la prima a sollevare dubbi sulla vera natura delle operazioni di beneficenza della Ferragni. I suoi sospetti hanno poi trovato conferma nell’ormai famigerato Pandorogate, con le autorità che hanno comminato una multa da un milione di euro a Chiara Ferragni per pratiche commerciali ingannevoli e una multa appena meno onerosa per la Balocco, azienda con cui la Ferragni collaborò per l’operazione Pink Christmas.

Chi meglio della Lucarelli avrebbe quindi potuto scrivere un libro sull’ascesa e sulla caduta dell’impero social dei Ferragnez?La giornalista lo ha fatto, intitolandolo Il vaso di PandoroA pochi giorni dalla sua uscita, il libro della Lucarelli è stato acquistato da molti ma è stato bersagliato da commenti al vetriolo da parte di alcuni giornalisti.

Vanity Fair contro Selvaggia Lucarelli: l’attacco del collega e la replica

Ad attaccare il lavoro della Lucarelli è stato soprattutto Mario Manca, giornalista di Vanity Fair che ha pubblicato un lunghissimo articolo proprio sul Vaso di Pandoro. Come aveva fatto già molte altre volte in passato, il giornalista ha difeso i Ferragnez a spada tratta e ha ampiamente attaccato il lavoro della Lucarelli, “colpevole” di essersi accanita contro due persone di enorme successo.

Vanity Fair Selvaggia Lucarelli attacco collega 
Chiara Ferragni e Fedez alla premiere di The Ferragnez – Fonte IG @chiaraferragni – italialaica.it

Com’era facile aspettarsi, però, la Lucarelli non ci sta e ha voluto rispondere per le rime al collega che ha ampiamente criticato il suo libro incolpandola del fatto di voler fare soldi sulle sventure altrui. “Il lavoro va pagato, non è lecito domandarsi se uno scrittore debba avere un ritorno economico da ciò che scrive”, ha detto Selvaggia su Instagram.

E ancora: “Chi svela la falsa beneficenza […] non deve essere colpevolizzato perché ‘poverini’. Ma soprattutto se è vero che le due vittime dei miei dossier andrebbero lasciate in pace e io dovrei lavorare gratis, lasciale in pace tu per primo“.

Il riferimento è al fatto che nell’articolo pubblicato da Manca su Vanity Fair, il libro è stato analizzato e sviscerato con grande attenzione, con un’anteprima che secondo la Lucarelli è fin troppo corposa. “Evita di saccheggiare il mio libro spoilerando mezzo contenuto il giorno prima della sua uscita”, ha attaccato Selvaggia, replicando stizzita all’autore dell’articolo apparso sulla famosa rivista.

Impostazioni privacy