scaffale

Sam Harris e Maajid Nawaz, L’ISLAM E IL FUTURO DELLA TOLLERANZA Un dialogo

Di Redazione | 19.05.2017


Nessun Dogma Editore, Pagine 128, prezzo di copertina 12.00 euro

Tutti parlano dell’islam, ma pochi lo conoscono realmente. Se il terrorismo islamico riempie le cronache, non accade altrettanto per la ricerca delle sue cause e per le strategie per combatterlo. Anche un tema importante quale la compatibilità dell’islam con la democrazia, la laicità e i diritti dell’uomo è raramente preso in considerazione.

È proprio per fare chiarezza su questioni così importanti che il “nuovo ateo” Sam Harris e il musulmano riformista Maajid Nawaz hanno deciso di avviare un dialogo senza reticenze. Ne è scaturito un libro che mostra come il confronto sia non solo possibile, ma addirittura indispensabile — se si vuol vivere in società pacifiche e tolleranti.

SAM HARRIS, saggista statunitense, è uno degli esponenti più noti dell’ateismo mondiale contemporaneo. Ha scritto diversi bestseller, tra i quali La fine della fede e Lettera a una nazione cristiana.

MAAJID NAWAZ, musulmano inglese di origine pakistana, è un ex islamista che ha fondato e presiede Quilliam, un’organizzazione che combatte l’estremismo sotto ogni sua forma.

Nessun commento