articoli

APPELLO AL MIUR

Di Redazione | 03.06.2018


Il giorno 3 giugno 2018 è stato inviato al Ministro della Pubblica Istruzione, Università e Ricerca il seguente appello:

On. Ministro per Istruzione, Università e Ricerca,

le Associazioni Nazionali impegnate  nella promozione della Laicità nella società e nel mondo della Scuola attendono da settimane una  risposta all’ APPELLO rivolto al MIUR  con posta AR ( 10 maggio 2018)  circa l’inclusione dei docenti di Religione cattolica nelle Commissioni d’Esame di Terza Media.

E’ stata rilevata  l’abrogazione  (d.leg.vo 62/2017) dell’ art.185  del T.U. /DPR 297/1994) che elencava le materie d’esame  senza la presenza  di Religione cattolica tra le materie d’esame. Lo stesso decreto all’art.8 comma 2 cita la presenza dei membri del Consiglio di Classe tra i commissari esaminatori: quindi anche l’insegnante di Religione cattolica?

Religione cattolica sarà così inserita tra le materie d’esame? E il docente di Attività Alternative? Per di più si crea disparità con gli studenti che non si avvalgono dell’IRC.

La data degli Esami è ormai prossima! Le associazioni firmatarie dell’appello, che nuovamente inoltrano le richieste, auspicano  risposte e chiarimenti  dei dubbi sollevati da genitori, insegnanti, confessioni religiose.

Com Naz  Scuola e Costituzione, Com Naz “Per la Scuola della Repubblica”,Com Bolognese Scuola e Costituzione, Manifesto dei 500, CRIDES (Centro di iniziativa per la difesa dei diritti nella Scuola), Ass. Naz. Sostegno Attivo, Co.ge.de.Liguria, Ass. Naz. Del Libero Pensiero”Giordano Bruno”, Com Genovese Scuola e Costituzione, Coordinamento Genitori Democratici (CGD), Movimento di Cooperazione Educativa (MCE),  U.A.A.R.,  FNISM, CIDI, Osservatorio Diritti Scuola Palermo, FCEI (Federazione Chiese Evangeliche Italiane), Com Insegnanti Evangelici Italiani, Com. Democrazia Costituzionale Roma.

 

2 commenti

Francesco :

Ho provato a sollevare la questione durante la riunione preliminare d'esame e la ds non ha chiarito nulla, dicendo banalità sulla scelta di chi non si avvale dell'irc (come se fosse una colpa) non cogliendo la disparità di trattamento: non c'era e non ci sarà il prof di h alternativa. Ha poi dato la responsabilità al Miur. La solita indecenza.

michele:

L'INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE E' IN CONTRASTO CON L'ART 3 DELLA COSTITUZIONE PRIMA CHE ALTRE FEDI CHIEDANO IL PROPRIO INSEGNAMENTO NELLA SCUOLA, OCCORRE ABOLIRE IL CONCORDATO E' UN PALESE RESIDUO FASCISTA IN UNA COSTITUZIONE DEMOCRATICA