notizie

Convegno: LA FONDAZIONE DELLA "COSTITUENTE TERRA" del 21 febbraio 2020 presso la Biblioteca Vallicelliana di Roma.

Di Redazione | 01.03.2020


Presentatori  Raniero La Valle, Luigi Ferrajoli.

L'intervento di Antonia Sani:

Intervengo a questo straordinario Convegno come socia di WILPF Italia, la storica associazione di donne provenienti da vari paesi in guerra che nel 1915 si erano mosse alla volta dell'Olanda-stato neutrale-per gridare nel Congresso de L'Aja  NO a una guerra che stava distruggendo i popoli e le terre.

1000 donne, europee ed extraeuropee.

Il simbolo WILPF rappresenta il nome dell'associazione formalizzata a Zurigo nel 1919 , la "Women's International League for Peace and Freedom".

Sono con noi i "disarmisti esigenti" con cui condividiamo la battaglia contro le armi nucleari..

Entrambe le associazioni ritengono utile la Costituente per la Terra quale aspirazione a una visione globale ed olistica dell'impegno politico.

Cercheremo di collaborare come associazioni distinte, ma convergenti.

Ci siamo rese/i conto che il nuovo internazionalismo ecopacifista è sempre più condiviso in questo ultimo anno dai movimenti alternativi, dai giovani. E' facile registrare che l'dea che siamo ben più che semplici "abitanti del Pianeta", ma parte di un ecosistema , si fa sempre più strada.

Partiamo dalla posizione della nostra specie nella Natura, in cui riteniamo superato l'antropocentrismo nel biocentrismo, ma prendiamo atto anche che l'essere umano ha una sua straordinaria potenza e quindi responsabilità particolari e distinte di " custodia " degli equilibri complessivi dell'ecosistema globale.

Questa visione potremmo definirla ECOLOGIA  SOCIALE.

Da vari e diversi punti di vista si può arrivare all'accordo su nuovi principi giuridici da fare incardinare istituzionalmente: ed è quello che conta, come emerso dalla articolata relazione del prof. Luigi Ferrajoli.

Pensiamo sia indispensabile fondare su QUATTRO  PILASTRI giuridici da armonizzare una campagna già adottata dall'ONU sul "DIRITTO ALLA PACE" (1. proibizione delle armi nucleari e gli accordi per il disarmo totale, 2. gli accordi di Parigi sul clima (rifiutati da Trump), 3. l'agenda 2030 per la giustizia universale, 4. la Carta della Terra fatta propria dall'UNESCO.).

Il canale televisivo ICAN  offre una sezione al materiale didattico relativo a un' Educazione alla terrestrità.

Le nostre associazioni pensano a cinque conferenze della durata di 30 minuti ciascuna, nella forma di interviste ai relatori.

1. Il valore della "terrestrità" e la Costituente della Terra legata alla democrazia internazionale.

(Pensiamo alla "Rivoluzione disarmista" di Carlo Cassola., 1983....e allo stallo del TPAN (Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari)- New York , ONU 2017. Non ancora raggiunte le 50 ratifiche necessarie all'entrata in vigore del Trattato cit.,con lo scandalo dell'Italia che ancora non ha né firmato né tanto meno ratificato.! e dei più importanti Stati del mondo che ancora non si decidono a rinunciare alla "deterrenza".!)

2.La nuova coscienza ecologica e il Green New Deal globale.

3.Terrestrità ed ecofemminismo

4. Il dialogo e la riconciliazione tra le fedi e la terrestrità.

5. la pedagogia della terrestrità....

Grazie a chi ha avuto il coraggio di sovrapporre l'utopia alla realtà, per riaprire il cammino alla speranza.!

(Sul Paese delle donne si trova il report del Convegno).

 

 

Nessun commento