editoriale

PENSARE DIO DOPO AUSCHWITZ

Cerchiamo di iniziare degnamente il 2015 con un argomento che ci consente di andare oltre la cronaca. È trascorso poco tempo da quando, nel novembre del 2014, gli organi d'informazione hanno dato risalto ad un pensiero dell'oncologo Umberto Veronesi, che può sintetizzarsi con queste parole:…
rassegna stampa

30-01-2013, Dino Martirano, NAPOLITANO: IL FASCISMO FU INFAME VIGILARE CONTRO OGNI REVISIONISMO, Corriere della Sera

Renzo Gattegna, presidente dell'Unione delle comunità ebraiche italiane, parla nel Salone dei
corazzieri con voce a tratti rotta dall'emozione: «Grazie, signor presidente per aver conferito
solennità alla Giornata della memoria. Qui, nella casa di tutti gli italiani...».
Al Quirinale — in…
rassegna stampa

28-01-2013, Gad Lerner, FUORI DALL'EUROPA, la Repubblica

Cosa aspetta il Ppe a liberarsi di questo impenitente ammiratore di Mussolini? Cos’altro manca per
riconoscere che non è solo ignoranza storica se Berlusconi ha profanato col suo delirio revisionista
la cerimonia milanese in ricordo della Shoah, prima di appisolarsi soddisfatto?
L’uomo che…
rassegna stampa

26-01-2013, Umberto Gentiloni, OLOCAUSTO LA MEMORIA PER IL FUTURO, La Stampa

La giornata della memoria suona come un monito per non dimenticare. Ma spesso il ricordo è
sofferenza, smarrimento, dolore per vuoti o assenze, impotenza a fronte di ferite che il tempo non
ha potuto alleviare. Molti sopravvissuti alla Shoah hanno sofferto di un senso di…
rassegna stampa

22-01-2013, Elena Loewenthal, INCONTRO ALL'ORRORE CON LA VALIGIA IN MANO, La Stampa

I bambini non dovrebbero mai entrare nei libri di storia. La storia, quella con la maiuscola all’inizio, non è cosa per loro ma per gli adulti. Quando i bambini vi entrano, è perché c’è qualcosa di sbagliato. Non in loro, naturalmente, ma nella storia fatta dagli adulti.
Allo Yad Vashem,…
rassegna stampa

15-01-2013, Roberto Brunelli, LA MEMORIA SCOLPITA, l'Unità

Adele sapeva che l’onda nera stava per arrivare. Ma non poteva fuggire, non voleva fuggire. Suo
padre era invalido: non l’avrebbe mai lasciato da solo ad affrontare le Ss che stavano andando di
casa in casa, a trascinare via i loro vicini di casa, i parenti, gli amici.
Adele venne…
rassegna stampa

05-12-2012, Corrado Stajano, I DOSSIER DALL'INFERNO BUCHENWALD L'ULTIMA STAZIONE PRIMA DEL BUIO, Corriere della Sera

Il Totenbuch, il registro dei morti del lager di Buchenwald, agghiaccia la pelle anche a vederlo solo
in fotografia, con la sua lugubre copertina nera. Contiene, annotati con ossessiva minuzia, i nomi, le
date, i luoghi di origine, l'ora e il minuto della morte dei deportati. La loro vita è…
rassegna stampa

02-10-2012, Elena Loewenthal, ADDIO A SHLOMO VENEZIA, VITTIMA DUE VOLTE DEL NAZISMO, La Stampa

Shlomo Venezia se n’è andato a 88 anni. Era nato a Salonicco dove, fino all’arrivo della furia
nazista, viveva una delle più grandi e antiche comunità ebraiche d’Europa, annientata nei campi di
sterminio. «Tutto mi riporta al campo. Qualunque cosa faccia, qualunque cosa veda. Non si…