Gocce

Roma. IN UN CIMITERO

Di Redazione | 11.10.2020


Nel Cimitero Comunale della Capitale esiste un luogo destinato alla tumulazione dei feti umani. Non manca una croce (con la presunzione di cattolicità dei feti e dei loro genitori) con indicazione del nome della madre, che ha sì firmato l’assenso alla registrazione del feto con il suo nominativo, ma con il presupposto che dovesse rimanere nella riservatezza di una cartella clinica. Si profila una ipotesi risarcitoria in favore di ciascuna donna vittima di tale abuso.

Nessun commento