gocce

Altopascio, ITALIA. SUBITO UNA LEGGE CONTRO L'OMO-LESBO-BI-TRANSFOBIA

Di Il Comitato Toscana Pride | 13.01.2020


Basta violenza nei confronti della comunità LGBTI+.

Serve una legge contro l’omo-lesbo-bi-transfobia subito

Il Comitato Toscana Pride sull’aggressione di Altopascio: “Vicini a Simone, a LuccaAut e alla comunità LGBTI+. Chiediamo alle istituzioni di far seguire i fatti alle parole di solidarietà organizzando con noi momenti di sensibilizzazione e di educazione alle differenze”

Il Comitato Toscana Pride esprime solidarietà e vicinanza a Simone, il ragazzo aggredito ad Altopascio. L’aggressione avvenuta all’interno di un locale durante una serata LGBTI+ dalla descrizione che ne danno la vittima e i testimoni, sembra avere un chiaro movente omofobico e rappresenta l’ennesimo atto vile e ignobile compiuto in un clima di odio e di persecuzione nei confronti delle persone LGBTI+ che ormai non risparmia più nessuna città.

Destano particolare preoccupazione le modalità con cui gli aggressori - due ragazzi non ancora identificati da forze di polizia - hanno sorpreso la vittima mentre stava ballando in pista. Spintoni, graffi, schiaffi, pugni in pieno viso e offese da squadrismo fascista che non lasciano dubbi sulla matrice omofobica dell’aggressione, dalla quale sembra essersi scatenata una rissa che ha coinvolto anche una ragazza. Purtroppo siamo tristemente abituati a sentirci chiamare “finocchi” e “schifose lesbiche” e ad essere i bersagli di chi si sente legittimato ad usare violenza contro di noi, solo in ragione del nostro orientamento sessuale e della nostra identità di genere. Questo episodio non è un fatto isolato ed eccezionale. Da mesi, la nostra comunità è al centro di una vera e propria persecuzione, determinata dal peggioramento di un clima sociale che è sempre più caratterizzato dal rifiuto e dall’intolleranza nei confronti di chi non si conforma. Siamo di fronte ad una pericolosa deriva di violenza contro le persone LGBTI+ iniziata nel 2019 che potrà essere arginata solo con l’approvazione di una legge seria contro l’omo-lesbo-bi-transfobia che da un lato introduca il reato di omo-lesbo-bi-transfobia e dall’altro impegni risorse pubbliche in percorsi strutturati di formazione e sensibilizzazione ed a sostegno di case rifugio. Le associazioni che compongono il Comitato Toscana Pride sono al fianco di LuccaAut e di tutta la comunità LGBTI+ lucchese per iniziative di contrasto al bullismo e alla violenza e fanno appello alle istituzioni affinché in risposta a questi gravissimi fatti diano un segnale inequivocabile, non solo attraverso comunicati di solidarietà e di vicinanza ma anche e soprattutto un impegno quotidiano e costante nell’organizzazione di momenti di sensibilizzazione nelle scuole e aperti alla cittadinanza sui temi legati all’orientamento sessuale e l’identità di genere. In questa direzione, il Comitato Toscana Pride si rende disponibile a dare il suo contributo e supporto organizzativo. Facciamo insieme qualcosa di visibile e di concreto per rendere le nostre città più sicure per tutte e tutti.

Info su www.toscanapride.eu. Seguici su FB Toscana Pride, Twitter @ToscanaPride e Instagram @ToscanaPride #ToscanaPride2020

Ufficio Stampa Toscana Pride

Natascia Maesi mobile + 39 335 1979414

stampa@toscanapride.eu

Nessun commento