gocce

NEL VENTO E NELLA POLVERE

Di FABIO STRINATI | 13.04.2019


A Emanuela Orlandi

 

Dispersa nel nulla un’anima vaga

per terre ancora inesplorate. Violenza

ha deturpato il sogno d’una vita

deflagrata giovane, dentro stanze

confuse da un Dio vano; tenera,

cade una foglia a terra, nel vento,

flebile grido, spiraglio lontano!

Sale in cielo la speranza,

luce d’una stella in uno specchio estesa

dove un Dio insano, chiude gli occhi

negando l’alba, magra la vista

sulla vita spenta è una candela,

nel tramonto solitario.

Fabio Strinati

Nessun commento