gocce

Genova, Italia, L’UAAR VICE IL RICORSO CONTRO IL COMUNE DI GENOVA

Di Redazione | 04.03.2019


Con sentenza pubblicata oggi, 4 marzo, il Tar della Liguria ha accolto il ricorso presentato dall’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (Uaar) contro la delibera del Comune di Genova che ha impedito le affissioni della campagna  “Testa o croce? Non affidarti al caso” mirante a sensibilizzare l’opinione pubblica circa la scelta dei propri medici.

Adele Orioli, segretaria dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, ha dichiarato: «La questione dell’obiezione di coscienza del personale medico - al centro della nostra campagna - è infatti di grande importanza e attualità: basti pensare ai numeri relativi all’obiezione di coscienza all’interruzione volontaria di gravidanza che si confermano anche per l’ultima annata disponibile (il 2017) alti a livello nazionale –  68,4% dei ginecologi e 45,6% degli anestesisti – e altissimi in alcune regioni: come in Molise dove i ginecologi obiettori sono il 96.4% o in Basilicata dove sono l’88%; ma anche a Bolzano dove è obiettore l’85% dei ginecologi e il 63.3% degli anestesisti».

Nessun commento