gocce

Sardegna, RESPINTO IL RICORSO CONTRO L'ORDINANZA DI MANDAS CHE IMPONEVA L'AFFISSIONE DEL CROCIFISSO IN TUTTI GLI UFFICI PUBBLICI

Di Redazione | 09.06.2017


«Il sindaco aveva già ritirato il provvedimento ma noi siamo voluti andare avanti per affermare un principio: quello della laicità delle istituzioni. Il Tar ci ha dato torto appellandosi alla sentenza del 18 marzo 2011 della Grande Camera della Corte europea per i diritti dell'uomo che però – sottolinea Orioli – fa riferimento alle aule scolastiche e non agli uffici pubblici».

Qusta la dichiarazione di Adele Orioli, responsabile iniziative legali dell'Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (Uaar). «Non escludiamo – prosegue quindi – di fare appello al Consiglio di Stato e, perché no, fino alla stessa Corte Edu a Strasburgo circa la fondatezza o meno dell'interpretazione estensiva attuata dal Tar», l’Uaar non si fermerà qui».


Nessun commento