Forum

EUTANASIA

Di Renato Pierri | 15.03.2022


La natura è cieca, gli uomini crudeli E' vero, come osserva Lucio Della Seta, che la natura "non ha scrupoli umanitari". Detto in altri termini, alla natura non importa un fico secco che una donna violentata tutto vorrebbe meno che concepire il figlio del violentatore. Non gliene importa nulla dell'infelicità della sventurata donna e neppure dello sventurato bambino. Alla natura interessa la sopravvivenza della specie e la sua conservazione. "Gli interessi dell'individuo sono subordinati a quelle della specie", parole sempre dello psicologo. Così, alla natura non importa nulla che una persona malata, senza nessuna speranza di guarigione, soffra indicibilmente. Alla natura interessa tenerla in vita il più a lungo possibile. Una natura crudele, cieca nei riguardi dell'individuo, così come sono crudeli e ciechi coloro che sono contrari ad una legge sull'eutanasia. Con la differenza che la natura non è consapevole del male che arreca all'individuo. Il che vuol dire che può essere definita cieca, ma non crudele. Crudeli sono gli uomini. Renato Pierri

Nessun commento