Forum

SUL COSIDDETTO "TERRORISMO ISLAMICO "

Di Mansur Cristian Farano | 28.10.2020


La ripubblicazione delle vignette antislam di Charlie Hebdo, il barbaro assassinio del professore in Francia etc., hanno scatenato e stanno scatenando polemiche, azioni economiche, dure prese di posizione, anche eccessive, con paragoni non appropriati, da parte di vari leader nel mondo islamico.

Premetto che di tutto questo sorvolo.

Ma vorrei, da cittadino italiano convertito all'Islam, esprimere alcune, personali, riflessioni, circa il cosiddetto terrorismo islamico.

L'orrendo omicidio del professor Samuel Paty, ha ancora una volta spinto media e non solo, a parlare di " terrorismo islamico".

Ancora una volta a voler associare islam e violenza. Mi chiedo, e lo dico a beneficio degli occidentali, ma anche, e direi soprattutto degli stessi musulmani, la cronaca internazionale e mediatica, seppur a gradazioni differenti, certe volte ci ha consegnato notizie di tragici attacchi non solo sul suolo europeo, ma anche nei paesi musulmani, sì paesi musulmani, sapete il danno in termini di vite umane spezzate?? Hanno mai ad esempio approfondito degli attacchi che la cultura musulmana e i suoi simboli subiscono a causa di quelli che chiamiamo jihadisti?? Durante occupazione dell'Isis dei territori tra Iraq e Siria, abbiamo giustamente sentito indignazione per la distruzione dei manufatti preislamici, ma quanti tra occidentali e musulmani stessi, sanno e si indignano per le moschee distrutte, vedasi ad esempio la antica masjid a Mosul??? Vogliamo parlare dei luoghi legati al sufismo distrutti??? Dal Timbuktu, a Mosul, passando per il terribile attacco al santuario sufi di Hazrat Lal Shahbaz Qalandar, a Sehwan Sharif in Pakistan, sapete il numero dei santuari sufi e non solo rasi al suolo? Mi rivolgo ad opinione mediatica distratta e agli stessi fratelli e sorelle musulmani, perché non si parla di questo aspetto? Perché è trattato con superficialità??? Non è lo Stesso Islam ad essere sotto attacco da parte di questi gruppi terroristici che in realtà di religioso hanno ben poco?? E quando, più che giustamente ci viene chiesto di prendere posizione contro il radicalismo, perché questo dato sfugge? Vorrei rivolgere un appello agli stessi musulmani e musulmane, dobbiamo sì sempre più far capire e comprendere che gli stessi jihadisti, arrecano danno agli stessi musulmani che ne distruggono monumenti e cultura, ma appunto in Occidente questo dato non va trascurato perché se gli europei vogliono, giustamente, che i musulmani rigettino il terrorismo, certamente dovrebbero tenere conto di come il jihadismo, seppur nascendo anche come sorta di " forma di riscatto" per i diseredati, non offre alcuna soluzione con la violenza e gli atti su denunciati. Forse sarebbe ora che tra musulmani stessi e occidentali si inizi seriamente a considerare il dato che il jihadismo in realtà travisa lo stesso Islam imprigionandolo e non essendo espressione propria dei musulmani?? E non sarebbe ora di ascoltare le autorità competenti musulmane che denunciano il jihadismo?? E da musulmano spero che le autorità musulmane sempre più dimostrino aberrazione umana e religiosa del cosiddetto terrorismo jihadista, magari chiedendo se anche a livello sociale si possa intervenire perché i giovani musulmani e musulmane non abbraccino simili ideologie

In fede Mansur Cristian Farano

Nessun commento