Forum

LA “FAMIGLIA NATURALE”

Di Alessandro Chiometti | 03.04.2019


Marco C. Cecconi, assessore ai Servizi Sociali e Solidarietà del comune di Terni, risponde così ad un ragazzo che lo invitava a rivedere i suoi concetti di “famiglia naturale”.

“Da millenni gli uomini e le donne hanno scelto e per altri milioni di anni sceglieranno se vorranno continuare ad esistere. E [senza accento ndr] semplice come è semplice il fatto che lei esiste. Silenzio! [faccina che invita a stare muti]...parla la natura. A meno che suo padre e sua madre non l'abbiano commissionata a qualcuno andando a ritirare il “pacco” come ha fatto l'ottimo Niki... (non Lauda... il pilota) [faccine che si sganasciano dalle risate]”

Andrea Pastore (che ci ha permesso di lasciare il suo nome in chiaro) aveva solo provato a far ragionare l'assessore sul fatto che il concetto di famiglia cambia e si adegua nel corso degli anni (basta pensare a quando era normale sposare bambine 14enni) e quindi non è giusto oggi attaccare in modo così spietato le unioni civili degli omosessuali.

Di contro una risposta che già darebbe disgusto al bar dopo quattro grappini, ma che è assurda se viene messa per iscritto da un assessore. Per di più un assessore alla “Solidarietà”.

Siamo allibiti e disgustati da questo comportamento.

Tuttavia ormai ci aspettiamo di tutto se da mesi nessuno della giunta comunale di Terni (Sindaco compreso) riesce a rispondere alla semplice domanda “Vi riconoscete nei valori costituzionali dell'antirazzismo e dell'antifascismo?”

Visto che evidentemente per i dieci membri della giunta ternana, che tanto hanno esultato alla fine della dittatura comunista su Terni l'anno scorso, quella domanda è troppo difficile proviamo con un'altra più semplice.

Ma voi che vi proclamate eredi del grande liberale Gianfranco Ciaurro, nei venti anni di attesa che avete avuto nell'aspettare di ritornare a governare la città, questi sono i migliori “liberal” che avete trovato?

Alessandro Chiometti

 

 

Un commento

michele:

CHE LA LEGA SIA UN PARTITO NAZISTA ORMAI E' CHIARO. SE TUTTAVIA CI FOSSERO DEI DUBBI CREDO CHE BASTI ANDARSI UN PO' LEGGERSI GLI SCRITTI DI GIANFRANCO MIGLIO. UN INTELLETTUALE COMPAGNO DI STUDI DI TUTTI I NAZISTI NELLA SCUOLA DI FRANCOFORTE